Produzione di vetro ultra-sottile in Germania
Trasformare l’idea di un vetro ultra-sottile in realtà

Trasformare l’idea di un vetro ultra-sottile in realtà

tesa fa parte di un consorzio di ricerca sponsorizzato con fondi pubblici che guida lo sviluppo di prodotti di visualizzazione e illuminazione trasparenti, flessibili e a basso consumo energetico.



Test di flessione con vetro flessibile ultra-sottile
© SCHOTT
Test di flessione con vetro flessibile ultra-sottile

tesa sta sviluppando nuove tecnologie di fissaggio per KONFEKT, un consorzio di ricerca nel settore innovativo dell’elettronica flessibile.

Immaginate uno smartphone che si ripieghi come un portafoglio per entrare nelle vostre tasche ma che una volta aperto offra uno schermo dalle dimensioni di un tablet. Sembra forse una cosa da film di fantascienza? I produttori di vetro producono già un tipo di vetro ultra-sottile curvabile e affermano che la realtà di un vetro pieghevole non è affatto lontana. Con uno spessore minimo di 25 micrometri, il vetro ultra-sottile è più sottile di un capello umano e con uno spessore ultra-sottile inferiore ai 150 micrometri questo vetro ha dimostrato di poter essere curvabile ma anche stabile. Grazie a questo grado di flessibilità il vetro può essere avvolto su bobine.

Rispetto ad altri substrati come plastica, metallo o silicone, il vetro ultra-sottile offre importanti vantaggi quali qualità ottica superiore, resistenza meccanica, consistenza chimica e stabilità di temperatura.

Per sviluppare nuove tecnologie per l’uso di vetro su bobine nel campo dell’elettronica organica, tesa si è unita ad altri partner di sviluppo all’interno del progetto del consorzio KONFEKT, con enfasi iniziale sulla produzione di applicazioni OLED di prossima generazione.

Leggi di più

Una partnership strategica per sviluppare OLED di prossima generazione

FMoEaR
Ministero federale tedesco dell’istruzione e della ricerca

Il progetto di sviluppo KONFEKT (vetro sottile per laminati di vetropolimero) è sostenuto dal Ministero federale tedesco dell’istruzione e della ricerca con un investimento totale di €5,6 milioni e durerà per tutto il 2018. L’obiettivo principale è la realizzazione di vetro su bobina che soddisfi gli standard di qualità più elevati per ottenere un vetro robusto e molto resistente su bobina che mantenga al contempo la propria area di superficie funzionale durante i processi di rivestimento e laminazione. Pertanto i partner partecipanti ossia tesa SE, SCHOTT, VON ARDENNE e l’Istituto di Ricerca Fraunhofer FEP in elettronica organica, tecnologia dei fasci di elettroni e plasma si stanno concentrando sull’ottimizzazione per evitare rotture durante il processo di laminazione e lavorazione.

All’interno di questo consorzio, i partner si stanno concentrando in particolare su due fronti: il primo è lo sviluppo di un laminato composto da vetro ultra-sottile con un nastro adesivo barriera che fungerà da incapsulamento ermetico dei componenti elettrici. Il secondo sarà incentrato sulle varie modalità in cui il vetro ultra-sottile può servire da sottostrato funzionale in applicazioni complesse come quelle dei componenti dell’elettronica organica.

I primi risultati del progetto sono stati già presentati dai partner nel mese di aprile 2017 in occasione del Vision Flexible Glass, un evento internazionale di tecnologia e networking tenutosi presso l’istituto Fraunhofer FEP a Dresda, in Germania.

tesa e SCHOTT stanno sviluppando nel primo sottoprogetto un vetro flessibile che consente l’incapsulamento di materiale sensibile e consolida i miglioramenti dei processi roll-to-roll (R2R). Allo stesso tempo VON ARDENNE sta sviluppando un sistema di rivestimento sottovuoto per il rivestimento roll-to-roll del vetro flessibile. Lo sviluppo del processo relativo alla deposizione di strati funzionali con questo sistema innovativo è guidato dall’istituto Fraunhofer FEP.

Leggi di più

Uno strato chimicamente impermeabile resistente al vapore acqueo e all’ossigeno

Sebbene il progetto KONFEKT continuerà ancora per un anno, ha già registrato grandi progressi. tesa e SCHOTT hanno collaborato per sviluppare un modo per proteggere componenti elettronici sensibili come gli OLED da umidità e ossigeno grazie al vetro ultra-sottile. Il vetro flessibile è molto indicato come ultra-barriera superiore (barriera asse z) in quanto forma uno strato chimicamente impermeabile al vapore acqueo e all’ossigeno anche con uno spessore di 25 micrometri. E il tutto senza fori.

L'esperienza di tesa come sviluppatore di nastri adesivi speciali entra in gioco in questo progetto con la sigillatura laterale e con adesivi otticamente invisibili che non interferiscono con i sensibili materiali degli OLED. Il vetro ultra-sottile viene consegnato all’operatore laminato con uno strato adesivo speciale. Lo strato adesivo fa sì che i componenti non siano soltanto sigillati ermeticamente dal vetro in superficie ma evitino anche il rischio di diffusione di liquidi o gas lateralmente (barriera x/y). L’unione di questi due materiali offre una protezione completa grazie a una barriera funzionale sui tre assi x/y/z.

Una volta finalizzata, l’applicazione su bobina consentirà alle aziende di lavorazione di avvalersi di un processo di elevata qualità e dai costi contenuti e offrirà ai clienti un incapsulamento più affidabile in grado di proteggere componenti elettronici sensibili da invecchiamento e danni.

Leggi di più
Elettronica: Nastri barriera OLED
I nuovi nastri barriera trasparenti, con tecnologia di liner DrySeal® brevettata di tesa, possono essere utilizzati in modo affidabile e rapido nei processi roll-to-roll. Il metodo di incapsulare l’intera superficie degli OLED consente di risparmiare tempo e denaro.
La flessibilità riguarderà molte aree della nostra vita in futuro. Oltre all’uso di moduli OLED in diversi tipi di schermi, la luce estensiva “calda” e antiriflesso non sarà più un’utopia per schermi pieghevoli e arrotolabili.
tesa SE
Processo roll-to-roll immediato ora possibile con la tecnologia di liner DrySeal® di tesa

Una nuova era di prodotti di visualizzazione e illuminazione trasparenti, flessibili e a basso consumo energetico

Il progetto KONFEKT continua a portare avanti lo scopo ultimo di sviluppare un vetro su bobina robusto e molto resistente che mantenga un’area di superficie funzionale durante i processi di rivestimento e di laminazione. Lo sviluppo di OLED sufficientemente durevoli e flessibili richiederà ulteriori ricerca e sviluppo ed è per questa ragione che ciascun partner selezionato per il progetto KONFEKT porta al consorzio le proprie competenze straordinarie.

SCHOTT offre la propria profonda conoscenza nella lavorazione e ottimizzazione chimica del vetro. tesa SE, con la sua grande esperienza di fornitura di adesivi su bobine, si occupa della finitura del vetro, laminandolo con un adesivo speciale e strati funzionali. L’istituto Fraunhofer FEP utilizza la propria competenza nel processo di deposizione del vapore. Infine, VON ARDENNE è specializzata nello sviluppo e produzione di macchinari di rivestimento roll-to-roll per pellicole e nastri di metallo e offre le proprie competenze nella tecnica di magnetron sputtering per il rivestimento su larga scala del vetro.

Il progetto di ricerca Konfekt ha il sostegno del Ministero federale tedesco dell’istruzione e della ricerca (BMBF) - progetto di finanziamento 13Nl2974.

Per seguire i progressi del progetto KONFEKT e il lavoro di tesa in questo ambito, inviateci un messaggio tramite il modulo di contatto di seguito.

 

Leggi di più