Duro o morbido? Restare flessibili

Duro o morbido? Restare flessibili

La gomma sintetica ha una struttura molecolare unica, perfettamente adatta allo sviluppo di nastro adesivo. Un breve ritratto delle proprietà della gomma sintetica e la risposta alla domanda: cos'è la gomma sintetica?



Il segreto del successo della gomma sintetica sta nella struttura della sua catena di molecole: due estremità dure sul lato esterno (stirene), una parte centrale gommosa flessibile, più morbida (butadiene). La struttura quindi è: stirene – butadiene – stirene = SBS. Questo sembra un po' come una corda per saltare con maniglie extra lunghe. La parte migliore è: potete tagliare su misura questa corda per saltare in modo da poter facilmente superare qualsiasi sfida.

Una "corda per saltare" per ogni occasione

La struttura chimica degli adesivi a base di gomma sintetica è determinata da due estremità dure e una parte centrale flessibile. I chimici direbbero: stirene – butadiene – stirene, o in breve "SBS".

Le proporzioni delle estremità lunghe rispetto alla parte centrale determinano quanto forte e solida sia la gomma sintetica, e quindi infine quanto mobile o morbido sia l'adesivo del nastro adesivo. Il segmento con l'estremità in stirene determina la coesività (forza interna) dell'adesivo; il segmento centrale gommoso determina l'adesività. Di per sé la gomma sintetica non ha alcuna proprietà adesiva. Per creare un adesivo sensibile alla pressione occorre aggiungere le resine permanenti. Contrariamente ai polimeri della gomma naturale, il polimero della gomma sintetica ha una lunghezza ridotta e un peso molecolare ridotto.

La parte centrale flessibile della catena molecolare, detta anche elastomero, è più stabile per quanto riguarda l'invecchiamento rispetto alla sua controparte naturale. La gomma sintetica esiste dagli anni Sessanta. Noi normalmente la troviamo tra i sinonimi come SBC (copolimero stirenico a blocchi), SBS (stirene butilene stirene), SIS (stirene isoprene stirene), SEBS (stirene etilene butilene stirene) o termofusibile (quest'ultimo è disponibile con una gomma naturale e a base di acrilato).

Leggi di più

Proprietà della gomma sintetica

Il nastro per giunzioni necessita di un tack elevato. Per questo spesso è basato su adesivi in gomma sintetica. In alternativa si utilizzano adesivi acrilici permanenti.

Le proprietà speciali degli adesivi a base di gomma sintetica includono il loro tack elevato. Questo significa che il nastro adesivo con gomma sintetica aderisce bene su molte superfici, anche su quelle che presentano una bassa energia superficiale. Inoltre ha un'eccezionaleresistenza al taglio: non scivola dalla superficie in caso di carico laterale.

Vantaggi e svantaggi

Gli adesivi con gomma sintetica presentano un'adesione e una coesione relativamente basse a temperature superiori a circa 40 °C. La loro resistenza all'invecchiamento è inferiore a quella di altri componenti adesivi, ma migliore rispetto a quella della gomma naturale. Sono meno adatti per l'esposizione ai raggi UV, ma questo può essere compensato aggiungendo degli stabilizzatori.

Leggi di più
La struttura chimica presenta una matrice della gomma (grigia) che fornisce adesione ed elasticità. I domini del polisterene (blu) forniscono una coesione supplementare e resistenza allo strappo.

I vantaggi tuttavia superano chiaramente gli svantaggi. Per iniziare, il tack elevato, ovvero la viscosità, non è inferiore in alcun modo a quello del prodotto naturale. Inoltre l' eccellente adesione delaminabile è una delle proprietà più importanti della gomma sintetica: il nastro aderisce bene a superfici difficili e normali, non polari e polari.

La "corda per saltare" molecolare può essere regolata costantemente alle esigenze in modo da essere adatta a numerose applicazioni: da rigida e solida a morbida e flessibile. Anche il notissimo tesa Powerstrips®, contiene per esempio gomma sintetica. Ed è possibile anche per le pellicole trasparenti di rivestimento, in contrasto con la gomma naturale. Inoltre la produzione di gomma sintetica consente di realizzare processi più veloci, con costi di produzione ridotti (per esempio nel caso della sigillatura di scatole).

Leggi di più


Informazioni correlate