Perché nei nastri funzionano gli adesivi sensibili alla pressione?

Perché nei nastri funzionano gli adesivi sensibili alla pressione?

Gli adesivi sensibili alla pressione garantiscono che il nastro possa fissarsi al minimo tocco. La combinazione di varie proprietà lo rende efficace.



C'è una buona ragione per cui è proprio il nastro sensibile alla pressione a rendere il nastro adesivo appiccicoso. O in realtà ci sono più ragioni che rendono adesivi i nastri sensibili alla pressione, e ne fanno pertanto i partner ideali per numerose applicazioni.

Cos'è un adesivo sensibile alla pressione?

Gli adesivi sensibili alla pressione combinano viscosità ed elasticità

Innanzitutto l'adesivo sensibile alla pressione è una specie di adesivo. Più precisamente: l'adesivo che si trova sul nastro adesivo. Gli adesivi sensibili alla pressione hanno una formula speciale: combinano viscosità - ovvero il fatto di essere spessi, appiccicosi e con una consistenza semifluidi, ad esempio come quella del miele, con l'elasticità , ad esempio come la gomma. Aderiscono bene ad una superficie (adesione) e sono solidi e rigidi a livello intrinseco ed estrinseco (coesione). Per ottenere questo, la sostanza adesiva deve essere composta da specifiche materie prime.

La gomma naturale ad esempio si può aggiungere, in quanto presenta un'adesione particolarmente forte grazie all'inclusione di resine. Il nastro adesivo su una base di gomma naturale si applica ad esempio quando è necessario coprire superfici per lavori di verniciatura o sigillare scatole. Se il nastro adesivo deve aderire per un periodo di tempo particolarmente lungo, resistere ai raggi UV e alle temperature estreme, si utilizzano generalmente gli adesivi sensibili alla pressione composti di acrilato, che si possono adeguare anche meglio ai requisiti specifici in quanto l'acrilato è costituito da polimeri sintetici, modificabili “su misura”.

Leggi di più

La produzione di nastri adesivi trasparenti (p.es. tesafilm®)

Per semplificare, atteniamoci all'esempio della gomma naturale e osserviamo la produzione di un nastro adesivo monolaterale. Dopo che la grande palla della materia prima “gomma naturale” è stata ridotta in pezzettini, viene miscelata con la resina e altri materiali, che vengono dissolti e omogeneizzati. I materiali aggiuntivi vengono scelti in base alle esigenze specifiche degli adesivi, al fine di ottenere, ad esempio, un'elevata resistenza all'invecchiamento. Una brevettata tecnologia a base di acqua rende questo processo per lo più ecologicamente compatibile, in quanto non c'è aggiunta di solventi.

Dopo la produzione dell'adesivo, in una speciale struttura di produzione l'adesivo e il supporto vengono combinati in un'unica unità. Il processo funziona come segue:

Leggi di più
In 8 passi fino al prodotto finale:
  1. Trattamento preliminare: se necessario, un trattamento preliminare o un trattamento corona migliora la tenuta del pre-rivestimento sul nuovo materiale di supporto, che è costituito da polipropilene e ha una lunghezza di m 5.000 m per una larghezza di m 1.33.
  2. Pre-rivestimento: nel processo di pre-rivestimento si applica al supporto un primer, che conferisce all'adesivo una migliore tenuta futura. Quindi una spatola rimuove il pre-rivestimento in eccesso.
  3. Asciugatura: il pre-rivestimento è seguito da un breve processo di asciugatura: il supporto passa attraverso cinque zone di temperatura, durante le quali l'acqua presente nel pre-rivestimento evapora.
  4. Stazione rulli: questa fase appiana eventuali deformazioni in modo che la pellicola sia liscia e in tensione e non si raggrinzi.
  5. Controllo dei bordi della fascia: la fascia viene riallineata con la massima precisione, mentre continua a scorrere diritta sulla pista senza scivolare a destra o a sinistra
  6. Post-rivestimento: l'adesivo si applica utilizzando un rullo a immersione e un rullo deflettore abbassabile. Anche a questo punto una spatola rimuove l'adesivo in eccesso.
  7. Asciugatura: il post-rivestimento è seguito da un breve processo di asciugatura finale. Il supporto ricoperto con adesivo, che è ancora acquoso, passa attraverso 12 zone di asciugatura. Le temperature aumentano notevolmente all'inizio e poi calano verso la fine.
  8. Laminazione: infine il nastro adesivo ultimato viene avvolto in rulli ampi e convertito. Questo significa che in un'ultima fase di lavorazione viene tagliato in varie dimensioni (lunghezza e larghezza), avvolto su bobine rulli appositamente standardizzate e imballato.
Leggi di più

Perché il nastro adesivo crea un fissaggio?

I nastri adesivi sono sensibili alla pressione. Questo significa che per garantire il fissaggio è necessaria una “pressione”.

Perché esattamente nel nastro adesivo viene incluso l'adesivo sensibile alla pressione? Le ragioni sono principalmente due. Cos'è in particolare un adesivo sensibile alla pressione?

  1. Sempre adesivo / colloso.
  2. È talmente adesivo (ovvero possiede un'adesività tale) che la bassa pressione è sufficiente per fissare il nastro adesivo ad una superficie.

Mentre per gli adesivi liquidi copriamo la superficie e dobbiamo attendere fino a quando la colla indurisce, l'adesivo sensibile alla pressione solidifica nell'esatto momento in cui lo premiamo con le nostre dita. Gli adesivi sensibili alla pressione forniscono tutto ciò che risulta apprezzabile per un buon collega di lavoro: sono sempre pronti a lavorare e svolgono il loro lavoro in modo affidabile e con la massima efficacia.

Leggi di più